Blog / Google Ads

Fai sempre queste 6 domande prima di assumere un consulente Google Ads

Google Ads può essere un componente chiave per trovare nuovi clienti per la tua attività.

La pubblicità pay-per-click su Google può indirizzare traffico istantaneo al tuo sito web che può generare nuovi lead, clienti e vendite.

Se sei un imprenditore, o un marketer che non è certificato da Google, assumere un consulente Google Ads può essere un'ottima opzione per risparmiare tempo e fare in modo che la tua campagna PPC (pay per click) funzioni in modo profittevole.

Un consulente Google Ads ti chiederà una percentuale sulla spesa pubblicitaria o addebiterà una tariffa fissa, ma è un'opzione di gran lunga migliore rispetto ad avere una campagna Ads mal gestita.

Tuttavia, molte agenzie e consulenti potrebbero non essere del tutto affidabili nel gestire il budget della campagna.

Motivo per cui è necessario porre le domande giuste.

Gestione campagne Google Ads

1. Mi fornirai il report sui termini di ricerca?

Se non stai analizzando i dati dei tuoi termini di ricerca, non hai un vero misuratore della qualità del traffico che viene indirizzato al tuo sito web tramite la campagna Ads.

Secondo Google, questa è la differenza tra un termine di ricerca e una parola chiave:

Un termine di ricerca è la parola o la serie di parole utilizzata da un cliente che esegue una ricerca su Google o su un sito della rete di ricerca. Una parola chiave è la parola o l'insieme di parole che gli inserzionisti Google creano per un determinato gruppo di annunci al fine di definirne il target per i clienti.

La maggior parte delle agenzie fornisce al cliente solo il report sulle parole chiave, ma non il report sui termini di ricerca.

Termini di ricerca Google Ads

Nell’immagine qui sopra puoi vedere che è presente la scheda "Termini di ricerca" nella sezione delle parole chiave.

Assicurati di fare clic per visualizzare questa gemma nascosta (o mucchio di spazzatura, a seconda di come è gestita la tua campagna).

Quelli che vedrai elencati sono alcuni dei termini di ricerca realmente inseriti dagli utenti che hanno visualizzato il tuo annuncio.

Ogni azienda dovrebbe analizzare i propri rapporti sui termini di ricerca e collaborare con la propria agenzia o consulente per determinare cosa può convertire e cosa no, in modo da poter aggiungere le parole chiave escluse appropriate (fornisco informazioni sulle parole chiave escluse nella prossima domanda).

2. In quale modo sceglierai le parole chiave escluse?

Analizzando il rapporto sui termini di ricerca, è molto facile identificare quanti e quali termini di ricerca non sono efficaci per la tua attività.

Anche i migliori consulenti Google Ads hanno campagne con termini di ricerca che sono completamente inutili. È normale.

Quando vedi queste parole chiave a basso rendimento, devi agire immediatamente e aggiungere parole chiave escluse a livello di gruppo di annunci o di campagna.

Secondo Google, una parola chiave esclusa è una parola chiave che impedisce al tuo annuncio di essere attivato da una determinata parola o frase.

Ad esempio, quando aggiungi "gratis" come parola chiave esclusa alla tua campagna o al tuo gruppo di annunci, chiedi a Google Ads di non mostrare il tuo annuncio per le ricerche contenenti il termine "gratis". Sulla Rete Display il tuo annuncio ha minori probabilità di essere pubblicato su un sito quando le tue parole chiave escluse corrispondono ai contenuti del sito.

Aggiungendo parole chiave escluse migliorerai drasticamente la qualità dei termini di ricerca provenienti dai tuoi annunci.

3. Quanto tempo dedicherai per capire la mia attività?

Un consulente Google Ads lavora con numerose aziende di settori differenti, quindi è improbabile che sia esperto del tuo settore specifico.

Ad esempio, se in una delle mie campagne noto un alto volume di ricerca per un determinato termine, devo assicurarmi che questa sia una parola chiave pertinente per il cliente.

Ecco perché ho bisogno di essere in comunicazione con il cliente e lui o lei deve essere attivo nella nostra partnership. La campagna deve essere perfezionata insieme.

In qualità di imprenditore devi assicurarti che il consulente PPC sia disposto a dedicare tempo all'apprendimento della tua attività e a farti le domande giuste.

Avrà bisogno di conoscere la tua area geografica di competenza, quali sono i tuoi prodotti più performanti e i tuoi servizi più redditizi (solo per citare alcune delle cose principali).

Il consulente (o l'agenzia) dovrebbe anche controllare periodicamente con te i rapporti dei termini di ricerca e delle parole chiave escluse.

4. Avrò la proprietà dell’account Google Ads in uso?

Questa potrebbe essere la domanda più importante da porre.

Devi assicurarti di avere la proprietà e il controllo completi del tuo account Google Ads.

Fai attenzione!

Ci sono molte agenzie che creano il tuo account all'interno del proprio account Google Ads e non ti concederanno l'accesso se proverai a prendere il controllo della tua campagna.

Inoltre, non ti concederanno i tuoi dati (parole chiave, termini di ricerca, parole chiave escluse, ecc) quando li lascerai per cambiare agenzia (o gestire la campagna in proprio).

Assicurati di configurare tu stesso un account Google Ads utilizzando il tuo account Gmail. Dopo aver impostato il tuo account, puoi fornire all'agenzia l'accesso senza rinunciare alla proprietà.

Uno dei componenti più preziosi di Google Ads sono i dati che raccogli all'interno delle tue campagne. Non vuoi assolutamente perderli.

5. Che tipo di tariffe applichi?

Alcune agenzie web ti chiederanno una percentuale sulla spesa pubblicitaria. Altre lavoreranno con una tariffa fissa.

Più soldi spendi in pubblicità, più sarai incline a negoziare per una tariffa fissa.

Se spendi 1 milione di Euro al mese in pubblicità, una percentuale della spesa pubblicitaria probabilmente non avrà senso per te, poiché ti farebbe spendere una grossa cifra per la gestione dell'account.

Assicurati di non pagare 1.000 Euro a un'agenzia se ne spendi solo 500 in pubblicità, a meno che non stia effettuando una verifica iniziale per gettare le basi della tua campagna.

Le commissioni tipiche variano dal 10 al 20% della spesa pubblicitaria, quindi tienilo a mente quando fai i tuoi conti.

Se hai un budget limitato e desideri comunque l'assistenza di un professionista, un’analisi dell’account e il settaggio iniziale della campagna possono essere una buona opzione.

Alcune agenzie, come nel mio caso, offrono un'analisi dell'account gratuita e un contratto trimestrale per permettere al cliente di risparmaire e avere il tempo di ottimizzare la campagna.

6. Hai esperienza nello sviluppo web?

Ci sono molte aziende che rimangono sorprese quando scoprono che il consulente Ads che hanno deciso di assumere non ha le competenze tecniche per implementare i codici di Google sul loro sito web.

Assicurati di chiedere se l’agenzia ha le competenze per implementare il codice o se avrai bisogno di assumere (e pagare) anche uno sviluppatore.

Lo stesso discorso vale per le landing page dei tuoi annunci.

Una landing page ben fatta è un fattore importante per una campagna Ads di successo.

L'agenzia che stai per assumere offre il design della landing page come parte del servizio o dovrai pagarlo come extra?

Sebbene ci siano siti grazie a cui è possibile creare una landing page utilizzando un modello personalizzabile, è meglio che ad occuparsene sia un professionista che sa cosa deve fare per ottenere un buon tasso di conversione .

Hai bisogno di assistenza?

Mi chiamo Cristian Frialdi e dal 2010 aiuto a crescere sul web attività locali, nazionali e internazionali.

  1. Consulente SEO con 10 anni di esperienza.
  2. Google Ads Strategist certificato da Google.

Grazie alla SEO e a Google Ads ho posizionato sui motori di ricerca attività di ogni settore: dal legale al medicale, dall'industriale all'IT, dal turistico alla moda e tanti altri.

  1. Leggi le recensioni su Google
  2. Leggi le recensioni su Linkedin

CONTATTAMI PER INFO E COSTI

Guide e Articoli SEO

Guide e Articoli SEO Locale

Guide e Articoli Google Ads

Guide e Articoli Digital Strategy